PASSEGGIATA A MONTE DELL'IMPICCATO (Vallelonga, Monti delle Serre, Calabria) - 9 marzo 2014

Gruppo montuoso: Monti delle Serre;
Comuni: Vallelonga, Simbario;
Inizio del sentiero: Strada provinciale Vazzano-Vallelonga, presso il bivio di Sorianello (pochi metri più avanti, sulla destra, provenendo da Vazzano);
Arrivo: bosco di Monte dell'Impiccato
Quota minima: 675 m.;
Quota massima: 903 m.;
Grado di difficoltà: T (turistico, facile);

Mi incuriosisce di andare a visitare il bosco che vi vegeta nel contrafforte nord di Monte Mazzucolo. Precisamente si tratta del Monte dell'Impiccato, altura poco a sud della sella di Monte Cucco, tra i comuni di Vallelonga e quello di Simbario. Da molti anni, ormai, lo noto transitando dalla ex SS 110 e, finalmente, mi son tolto questa curiosità di scrutarne l'interno. Non si tratta di bosco naturale, ma di rimboschimenti di conifere (abeti bianchi, pino laricio) e castagni governati a ceduo. 


LA CARTINA

Dalla provinciale proveniente da Vazzano in direzione Vallelonga, pochi metri dopo il bivio per Savini di Sorianello, lascio la macchina e mi avvio in cammino, in salita, lungo la stradina asfaltata che si stacca sulla destra. Si superano alcune proprietà con campi coltivati e casotti in muratura. Alcuni bei cani, vedendomi, iniziano ad abbaiare. Ma niente paura, mai sfidarli guardandogli negli occhi. 
La strada comunale asfaltata diventa a breve a fondo naturale. Inizia la salita e, dopo aver superato il torrente (mediante ponte) si gira a sinistra risalendo la pendice opposta e dove si aprono magnifiche visuali verso le valli del Mesima, le colline del Poro,  Vibo Valentia, il Golfo di S.Eufemia con il Mar Tirreno, ecc. ecc. Inoltre è possibile scrutare il borgo di Vallelonga dall'alto, che corona al centro l'imponente Basilica-Santuario della Vergine di Monserrato. 

Monte Coppari

Vallelonga, con al centro la Basilica-Santuario della Vergine di Monserrato. Sullo sfondo il Mar Tirreno

Si sale nella boscaglia degradata, con castagni, pini larici e abeti bianchi. La salita termina alla sella posta poco a nord di Monte Mazzucolo, caratterizzata da un quadrivio e dove vado a sinistra. 

La sterrata che dalla sella a nord di Monte Mazzuolo porta verso la Sella Cucco e la ex SS 110

La sterrata presso la Sella nord di Monte Mazzuolo

Poco sopra lascio la pista forestale principale e proseguo su un sentiero secondario che inizia a scendere. Penetro così nella parte più interessante del bosco di questo settore, costituito da pino laricio, abeti bianchi, castagni e anche qualche bel faggio. 

Il bosco di Monte dell'Impiccato



Il bosco di Monte dell'Impiccato


Il sentiero, che poco avanti si perde

Il bosco Monte dell'Impiccato



Procedo per circa un km, in una discesa abbastanza decisa, dopo di che il sentiero si perde. Ritorno indietro fino alla sterrata principale, che costituisce una tappa del Sentiero Italia. 

Bosco di pino laricio

Il sentiero che risale la pendice di Monte dell'Impiccato


Al bivio vado a sinistra e ritorna la discesa. Visuali sulla conca di Serra San Bruno, con i Monti Pecoraro e di Pietra del Caricatore, Monte Trematerra, e via dicendo. 

Il SI

Il SI

Il bosco lungo il SI. Dalla vegetazione di intravedono i rilievi del Monte Trematerra


Il SI


La Pietra del Caricatore (1414 m), dove vi vegeta il monumentale Bosco Archiforo



Procedo per circa un km e mezzo, scendendo continuamente. Nella boscaglia un rudere che racconta di una trascorsa civiltà montanara.
Inizia a piovigginare e prima che l'acquazzone aumenti decido di rientrare al punto di partenza. 


Bosco di pino laricio. L'erica ne  i tronchi








I segnali rossi e bianchi del SI

I grandi boschi nel comune di Brognaturo

Rudere forestale





Verso la conca di Serra San bruno


Radura presso la sella a nord di Monte Mazzucolo. In lontananza M.Mazzucolo

Verso le valli del Mesima



VUOI EFFETTUARE QUESTO ITINERARIO? 
CONTATTA BRUNO FRANCESCO PILEGGI 
3392143646     pileggiveunza@yahoo.it


Nessun commento:

Posta un commento