Escursionismo nel Parco Nazionale della Sila

SOLITARIA IN MTB CAMIGLIATELLO - LAGO CECITA - BOSCO DEL CORVO - COZZO DEL PRINCIPE - ZARELLA - CAMIGLIATELLO (Giugno 2010)


Giugno 2010
Escursione faticosa, ma molto gradevole.

Arrivo a Camigliatello intorno le 8.25. Nel paese silano per eccellenza affitto una bici per una giornata e mi avventuro in direzione delle foreste più belle e integre della Sila Grande.
In circa un'ora, dopo aver goduto della splendida immagine del Lago Cecita, raggiungo il centro visite Cupone, nel luogo in cui abbandono l'asfalto per immergermi nell'ombrosa foresta a est, lungo il sentiero n. 2 (segnavia giallo-verde) del Bosco del Corvo.


Lago Cecita

La selva, bellissima fin dall'inizio, è costituita da pino nero silano soprattutto, ma si notano anche cerro e faggio.









Superato il Vallone Freddo la foresta si fa decisamente più bella e si alternano tratti di pineta pura e altre zone caratterizzate da una mistura più accentuata. Anche la salita tende ad accentuare la sua pendenza e, da poco allenato qual sono, sono costretto a proseguire a piedi. 




Arrivo quasi fino alla sella di Cozzo del Principe, nei pressi del famoso belvedere che purtroppo non riesco a vedere. 




























 Cozzo del Principe

Bosco del Corvo

Torno quindi indietro e nelle vicinanze di località Corsonara
abbandono il sent. n. 2 e, sempre in discesa, lungo il sentiero n. 1. giungo ai recinti faunistici, situati lungo il sentiero n.7 (Zarella-Cupone). 





Proseguo verso Zarella. 

In questo tratto la stanchezza si fa sentire molto, visto che torna anche un po' di salita. Ma la fatica è ripagata dalla bellezza del bosco. Ho il piacere di vedere due caprioli fuggire nel bosco: improvvisamente due stupende creature escono allo scoperto sparendo immediatamente, in un batter d'occhio, nella selva eminente.








Da Zarella, infine, in marcia verso Camigliatello.





Nessun commento:

Posta un commento