Escursione primaverile dalla LACINA alla COLLA DEI PECORARI (Monti delle Serre Calabre) - 28 aprile 2013

Data: 28 aprile 2013


Regione e province: Calabria - Vibo Valentia e Reggio Calabria
Località di partenza: Lacina di Brognaturo (bivio diga Alaca) (1040 m)
Località di arrivo: Colla dei Pecorari (1315 m)
Tempo di percorrenza andata e ritorno: 6 ore
Difficoltà:
Avvicinamento in auto. Bisogna raggiungere prima di tutto Brognaturo. Superato il ponte sull'Ancinale svoltare subito a destra, per la Lacina. Seguire sempre la strada principale, che penetra in boscaglie di castagni e, successivamente, di pini larici e faggi. Si giunge così allo scoperto, dove, sulla sinistra, è adagiato l'invaso artificiale dell'Alaca. Al bivio per la diga Alaca andare a destra. Pochi metri più avanti, sulla destra, si stacca una sterrata. Lasciare l'auto (poco più avanti c'è uno spiazzo molto comodo per lasciare la macchina)



Che dire: sembra proprio estate; lo scirocco ha preso il sopravvento e ha fatto aumentare, decisamente troppo, le temperature, assolutamente al di sopra delle medie stagionali. In questa domenica di fine aprile abbiam fatto un’escursione dalla Lacina di Brognaturo (bivio per la diga dell’Alaca) alla Colla dei Pecorari. Su questa montagna ci sono stato parecchie volte tra cui nell’agosto scorso: mi piace tornare a ripercorrere i percorsi precedentemente fatti.  



LA CARTINA

Dalla Lacina ci avviamo verso la Pomara. Raggiungiamo quest’ultima località attraverso il costone Schimen: possiamo dire un sentiero secondario rispetto alla più battuta sterrata, che si immerge in una bellissima foresta di faggi con tanto rinnovamento di abete bianco. Rappresenta anche il tratto più in salita della camminata. 


CLICCARE SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRLE




Giungiamo così al crinale e, dunque, alla radura Pomara, ricca di abeti secolari e da alberi di mele. 


La radura Pomara


Dalla Pomara seguiamo lo sterrato di cresta, sempre nel bosco di faggi, parecchi di essi di dimensioni colossali, con qualche radura soleggiata, una di queste caratterizzata anche da un caratteristico laghetto stagionale (residuo della neve invernale), fino all’ameno belvedere di Colla dei Pecorari, dove si ammirano le coste del Mar Ionio, il Bosco di Stilo e i rilievi più meridionali delle Serre (Monte Mammicomito). 






















La Pomara

Fioritura id abete bianco







VUOI EFFETTUARE QUESTO BELLISSIMO PERCORSO E ANCHE ALTRI DELLA ZONA? CONTATTA LA GUIDA BRUNO FRANCESCO PILEGGI E POTRAI FARE MAGNIFICHE ESCURSIONI GUIDATE
pileggiveunza@yahoo.it      3392143646


Nessun commento:

Posta un commento